Primi giorni a Varsavia
I primi due giorni di lavoro sono andati; molto tranquillamente (pure troppo: sono ancora senza progetto). Ho ritrovato un mio amico che lavorava con me a Francoforte, e anche se gia' conoscevo Varsavia, la senzazione di spaesamento c'e' sempre, probabilmente dovuta al fatto che sono ancora senza casa. Ora sto scrivendo da un internet point, e non e' il massimo per aggiornare un blog... Ho bisogno delle preferenze memorizzate nel mio Mac, dei miei programmi... Insomma, anche a livello informatico c'e' la stessa sensazione di spaesamento di cui sopra. Vabbe', passera' presto, spero. Per ora accontentatevi di questo saluto veloce, nei prossimi giorni spero di poter scrivere post piu decenti. A presto. read more ❯
Pantaloni, mutande, spazzolino...
Il pigiama l'ho messo, le magliette ci sono, così come ovviamente i maglioni di lana - che a Varsavia d'inverno farà freddo. Beh, mi sembra che ormai sono pronto per la partenza, il tempo di sbaraccare il mio amato Mac Mini quando avrò finito di scrivere questo post e poi ci siamo. Domani sarò in viaggio, dopodomani comincio a lavorare, ma non appena trovo una connessione libera ricomincerò a dare mie notizie attraverso questo blog, per poi riprendere a scrivere di musica come al solito. Ormai sono pronto, auguratemi buon viaggio. read more ❯
In partenza per Varsavia
Chi mi conosce avrà forse intuito qualcosa dopo aver letto il post di ieri. Beh, in effetti non era così difficile: dopo il Portogallo e la Germania sto per trasferirmi in Polonia, a Varsavia, per motivi di lavoro. Anche in questa occasione, come già a Francoforte per la Nintendo, farò il collaudatore di videogiochi, questa volta per la Testronic Laboratories. Lo so, è un lavoro incredibile e magari qualcuno mi invidia un po'... Riguardo a questo blog, cercherò di aggiornarlo quotidianamente come ho fatto negli ultimi tempi, compatibilmente con i miei nuovi impegni. Qualcosa, però, cambierà. Naturalmente continuerò a parlare di musica, ma la prospettiva, diciamo, sarà un po' più est-europea... Quindi tenetevi pronti ad essere aggiornati sulle più interessanti novità provenienti dalla Polonia! Io, intanto, comincio a preparare i bagagli. Si parte dopodomani. read more ❯
Musica a Varsavia
Sembra che a Varsavia ci siano dei bei locali in cui ascoltare un po' di musica. Io, che sono particolarmente appassionato di jazz, ho fatto un giro su internet trovando alcuni indirizzi interessanti. Si potrebbe fare una visita, ad esempio, al JazzgoT, che sembra essere molto carino, ma anche al Tygmont, perché no? Al di là del jazz, tra i posti più cool vanno menzionati l'Hybrydy, l'Underground o il Ground Zero, mentre chi preferisse suoni più classici deve fare assolutamente una visita al Teatr Wielki o al Teatr Narodowy. Infine, segnalo un sito utile per gli eventi di volta in volta più importanti in città: Warsaw-Life.com (in inglese, non in polacco...). Perché parlo della musica a Varsavia? C'è sempre un perché... read more ❯
L'inno del V-day
Ad un mese dal V-day di Beppe Grillo, il comico genovese ha lanciato oggi sul suo blog l'inno della manifestazione che si propone di mandare via dal parlamento gli "onorevoli" condannati in via definitiva (per reati che vanno dalla corruzione ai finanziamenti illeciti). L'inno, scritto da Leo Pari, si intitola "V-day, ci sei o non ci sei", ed è un rap scritto su una base rock bella cazzuta, con un testo che ovviamente denuncia la situazione meschina in cui si ritrova il nostro parlamento (c'è anche una citazione "colta" presa da una canzone di Marco Masini...). Il video, che trovate direttamente qua sotto, è un collage dei bassi momenti di "politica" italiana. Diffondetelo. read more ❯